Ricardo lascia le Galeries Gourmandes

-

Sono passati quasi sei anni dall’apertura della caffetteria e del bancone Ricardo presso le Galeries Gourmandes situate all’interno delle Galeries de la Capitale. Il team dietro il marchio ha deciso di porre fine all’avventura.

Lo ha annunciato martedì mattina sul social network Facebook.

“È con rammarico che vi informiamo che il Café e Comptoir RICARDO in Quebec chiuderanno definitivamente i battenti a partire da oggi”, si precisa nella breve pubblicazione.

La boutique di Ricardo rimarrà aperta.

>>>>>>

Manifesti che annunciano la chiusura definitiva del caffè Ricardo e del bancone punteggiano la griglia delle Galeries Gourmandes. (Caroline Grégoire/Il Sole)

“Vorremmo ringraziare i nostri dipendenti per il loro impegno e i nostri clienti per il loro supporto e lealtà durante tutto il nostro percorso”, aggiungiamo nella pubblicazione.

Restano aperti i ristoranti Ricardo a Laval e Saint-Lambert.

Locali vuoti

Questa chiusura si aggiunge alle numerose partenze annunciate negli ultimi due anni.

Locali vuoti, mancanza di traffico e contatti difficili con la direzione gettano un’ombra sul progetto da 16 milioni di dollari, lanciato in pompa magna nel 2019.

Delle venti sedi iniziali, solo due commercianti – il ristorante Madame Chose e la salumeria tout ronds Les Cochons – reggono.

Da parte sua, Pierre Moreau, amministratore delegato del gruppo Restos Plaisirs, afferma di non avere alcuna intenzione di spostare Madame Chose dalle Galeries Gourmandes. Per avviare questo nuovo concetto di ristorante nel 2020 sono stati necessari investimenti di 3,5 milioni di dollari.

“Abbiamo investito molti soldi. Si ritiene che le Galeries de la Capitale rimangano uno dei centri commerciali più frequentati della regione di Quebec City. Dobbiamo solo assicurarci che il nostro concetto sia ben adattato all’ambiente”, spiega in un’intervista a Il Sole.

Chi descrive le Galeries Gourmandes come una buona idea sulla carta, ma non nella realtà, “sta aspettando di vedere come le Galeries de la Capitale ricicleranno lo spazio”.

E in che modo Madame Thing “si inserirà nelle trasformazioni che avverranno”, aggiunge.

“Noi e le Galeries de la Capitale siamo tutti dispiaciuti per il fallimento delle Galeries Gourmandes.”

— Pierre Moreau, Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Restos Plaisirs

Raggiunto telefonicamente pochi minuti dopo aver appreso della partenza del bar-bancone Ricardo, Bruno Mathey, che ha preso le redini dell’azienda di famiglia Les Cochons tout ronds, si rammarica per lo stato delle Galeries Gourmandes.

“Non è necessariamente colpa loro se il concetto non ha funzionato. Le cattive idee accadono”, sussurra.

Non esclude che se ne vada anche il banco dei salumi artigianali. “È un’opzione a nostra disposizione, dato quello che sta succedendo [aux Galeries Gourmandes]», Afferma il signor Mathey, che intende fare un passo indietro prima di annunciare la sua decisione.

Martedì la società di Oxford, promotrice delle Galeries Gourmandes, e la società di Ricardo Larrivee non hanno risposto alle nostre richieste di intervista.

>>>>>>

Nel 2022, Patrice Perron, portavoce di Oxford proprietaria delle Gallerie, aveva promesso “che un’offensiva [était] in corso per trovare nuovi attori per gli spazi […] a breve termine”. (Caroline Grégoire/Il Sole)

-

PREV Industria cinematografica: Valérie Plante cerca partnership a Los Angeles
NEXT Bitcoin molto vicino a infrangere la soglia storica dei 70.000 dollari