I prezzi del cacao scendono sotto le 6.000 sterline a tonnellata, la prima volta in 2 mesi

I prezzi del cacao scendono sotto le 6.000 sterline a tonnellata, la prima volta in 2 mesi
I prezzi del cacao scendono sotto le 6.000 sterline a tonnellata, la prima volta in 2 mesi
-

(Agenzia Ecofin) – Il 19 aprile una tonnellata di cacao ha raggiunto a Londra le 10.137 sterline. Da questo livello record la situazione sul mercato si è evoluta in modo significativo.

A Londra, il prezzo di una tonnellata di cacao con consegna a settembre ha chiuso il 13 maggio con un ribasso di quasi il 22% a 5.905 sterline. Questo è il 4th sessione consecutiva di ribasso e il livello più basso dei prezzi dall’11 marzo, quando avevano raggiunto 5.947 sterline.

Questo calo dei prezzi sulla borsa che tratta i fagioli dell’Africa occidentale è legato al movimento di alcuni operatori che abbandonano le loro posizioni lunghe dalla fine di aprile a causa del calo della liquidità e della forte fluttuazione dei prezzi.

La tendenza osservata anche a New York da quasi due settimane riflette le aspettative degli operatori che già puntano sulla fine dei prezzi galoppanti e prevedono aumenti di prezzo più moderati nei prossimi mesi con il miglioramento delle condizioni meteorologiche in Africa da ovest.

Dati recenti sul campo riportati da Bloomberg infatti si segnalano piogge benefiche in Ghana e Costa d’Avorio che potrebbero migliorare le prospettive per i raccolti intermedi in entrambi i paesi.

Oltre a ciò, il mercato dovrebbe monitorare da vicino gli sviluppi della situazione climatica globale nei prossimi mesi. Infatti, l’Ufficio meteorologico australiano ha indicato che c’è una probabilità del 50% che La Niña si verifichi quest’anno, mentre l’ufficio meteorologico giapponese e il governo americano contano rispettivamente su probabilità del 60 e 69%.

A differenza di El Niño, questo fenomeno, che è la conseguenza di un calo della temperatura della superficie del mare nel Pacifico, potrebbe portare condizioni più umide nella cintura del cacao dell’Africa occidentale. Un fattore che dovrebbe farci dimenticare le condizioni asciutte registrate in questa stagione, ma che potrebbe anche portare la sua dose di sfide in caso di alta intensità.

Spero Olodo

Leggi anche:

05/10/2024 – Costa d’Avorio: calo del 20% nel volume di macinazione del cacao in aprile

-

PREV Rio Tinto IOC vince il premio di eccellenza ambientale da Towards Sustainable Mining Development (VDMD)
NEXT Notizie di mercato per martedì 14 maggio