Arquus ufficialmente a bordo del Programma della flotta tattica e logistica terrestre – FOB

Arquus ufficialmente a bordo del Programma della flotta tattica e logistica terrestre – FOB
Arquus ufficialmente a bordo del Programma della flotta tattica e logistica terrestre – FOB
-

La voce andava bene, eccola confermata: Arquus è stata ufficialmente notificata per la consegna di autocisterne di nuova generazione (CCNG), ha annunciato oggi il Ministero delle Forze Armate.

Assegnato il 28 aprile dalla Direzione Generale degli Armamenti (DGA), questo ordine di oltre 120 milioni di euro comprende lo sviluppo del CCNG e la fornitura di una prima tranche di 70 unità. Primo incremento del programma di grande effetto “Flotta tattica e logistica terrestre” (FTLT), lo sforzo andrà a beneficio dell’Esercito, dell’Aeronautica Militare e dell’Operational Energy Service (SEO).

Originariamente previsto per la fine del 2023la notifica dell’incremento del CCNG era stata rinviata di diversi mesi” tenendo conto degli elementi attesi dai produttori e per consentire un migliore esito della trattativa contrattuale », Indica un documento di bilancio.

Circa 376 veicoli di tipo CCNG saranno ordinati nel corso della legge di programmazione militare 2024-2030, per consegne scaglionate fino al 2029. Questi camion sostituiranno gradualmente i modelli in servizio CBH385, TRM 10000 ACH (rifornimento di carri armati-elicotteri) e CCP10.

Sono previste due versioni. Il primo, il “trasporto massiccio” CCNG, avrà un serbatoio da 20 m3, una linea di rifornimento e una cabina protetta. L’altro, il CCNG “multiuso”, sarà dotato di un serbatoio da 12 m3, quattro bracci di rifornimento e, in parte, una cabina protetta.

Fornitore della stragrande maggioranza della flotta logistica dell’esercito, Arquus non ha mai nascosto il suo interesse per il programma FTLT. Dal 2019 ha progressivamente presentato una nuova gamma denominata Armis, versatili trasportini disponibili nelle varianti 4×4, 6×6 e 8×8. Quest’ultimo è servito come base per la progettazione di un’autocisterna in collaborazione con la società francese Titan Defense, specialista in soluzioni di rifornimento. La soluzione scelta dalla DGA si basa in definitiva su una partnership instaurata con la società Magyar di Digione. Renault Trucks, per i telai, e Desautel, per la protezione antincendio, completano la squadra formata da Arquus.

La vittoria è doppia per il girone francese. Non solo porta l’attività in diversi siti produttivi dopo alcuni anni di esitazione nell’acquisizione di ordini al di fuori di SCORPION, ma lo colloca anche in una buona posizione per futuri incrementi FTLT. Essenziale per il rinnovamento della logistica delle forze, questo PEM dovrebbe portare all’acquisizione di oltre 9.400 camion di tutte le varianti entro il 2035, di cui 2.086 sarebbero in servizio nel 2030.

Il bilancio dell’esercito 2024 dovrebbe consentire di concretizzare il primo ordine del secondo incremento, un’operazione relativa in particolare ai “portaerei multiuso” dedicati (PPAV), secondo la documentazione di bilancio, “ per il trasporto di sistemi d’arma e risorse pesanti “.

Crediti immagine: SEO

-

PREV Il volume del traffico al dettaglio migliora del 13% nel primo trimestre del 2024
NEXT Luciano Benetton si dimetterà dalla presidenza dell’impero di famiglia, denunciando un “tradimento”