A Quimper, Atmus (ex Cummins) cerca aria per l’era post-diesel

A Quimper, Atmus (ex Cummins) cerca aria per l’era post-diesel
A Quimper, Atmus (ex Cummins) cerca aria per l’era post-diesel
-

Una nuova linea di produzione di filtri destinati ai motori diesel dei camion è stata installata nell’aprile 2023, nel vasto sito industriale di Atmus (Ex-Cummins Filtration) nel settore Petit Guélen a Quimper, contro 8 milioni di euro. Questa modernizzazione mira ad aumentare la capacità produttiva: “Più 4,5 milioni di filtri all’anno quando l’utensile avrà raggiunto la velocità di crociera”, indica Yves Ruellou, direttore del sito di Quimper.

type="image/jpeg">>
Fleetguard, poi Cummins Filtration e oggi Atmus Filtration Technologies: il sito di Quimper impiega 415 dipendenti più da cinquanta a cento lavoratori temporanei nell’area di attività di Kergonan. (Le Télégramme/Olivier Scaglia)

“Il nostro cliente principale è il gruppo Renault-Volvo Truck.” Questo investimento materiale ha portato alla creazione di 18 posizioni di line driver. Portando l’organico dell’azienda a 415 persone, a cui si aggiungono un centinaio di lavoratori interinali. La vitalità del sito produttivo di Quimper è ancora visibile nell’attuale assunzione di cinque carrellisti da magazzino.

Quimper: l’unico sito europeo di Atmus

Se l’orizzonte sembra chiaro nel medio termine, due temi mettono in discussione i sindacati, dopo che il gruppo americano Cummins si è separato dal suo ramo di filtrazione. Lo ha fatto nel 2022 per dare vita alla multinazionale Atmus Filtration Technologies, la cui sede è anche a Nashville, negli Stati Uniti. Questa nuova società viene quotata in Borsa. Il sito produttivo di Quimper è l’unico in Europa. Altri sono attivi in ​​Corea, Messico, Australia…

“Abbiamo la sensazione che Cummins si sia ritirato dal capitale di Atmus più velocemente del previsto”, afferma Camille Hervé, responsabile della CGT nel sito di Quimper. Al momento della pubblicazione di queste righe, la direzione generale di Atmus FT non aveva fornito una risposta sull’organizzazione del capitale.

Decarbonizzazione: il percorso dei filtri dell’aria e dell’acqua

“Non siamo preoccupati per l’attuale piano di carico. Anche se ci interroghiamo sui continui investimenti nella modernizzazione di Quimper. Le nuove linee sono molto robotiche. Questo sforzo continuerà sulle linee di produzione più vecchie? »

“Non sappiamo davvero cosa realizzeremo a Petit Guélen nei prossimi cinque-dieci anni. »

Ma il vero punto di attenzione è attirato dalla tendenza generale alla decarbonizzazione, è la fine – o quanto meno il declino – dell’uso dei motori diesel. “Non sappiamo veramente cosa produrremo a Petit Guélen nei prossimi cinque-dieci anni”, dice il rappresentante sindacale, parlando di una certa “opacità” riguardo agli orientamenti strategici di Atmus. “La leva attesa per la creazione di questa azienda è proprio l’esplorazione di nuovi mercati”, risponde Yves Ruellou, evocando strade di sviluppo nel settore della filtrazione industriale dell’aria e dell’acqua. Per il momento il carburante nel sito di Quimper è il diesel.

-

PREV A 19.990 €, la MG3 Hybrid+ 195 CV non ha rivali
NEXT “È una questione di sopravvivenza”