Voto del 9 giugno: grandi risorse per la legge sull’elettricità

Voto del 9 giugno: grandi risorse per la legge sull’elettricità
Voto del 9 giugno: grandi risorse per la legge sull’elettricità
-

Grandi risorse a favore della legge elettrica

Pubblicato oggi alle 9:59

I sostenitori della legge sull’elettricità, votata il 9 giugno, non lesinano risorse. Hanno annunciato un budget elettorale di 4,1 milioni di franchi, contro 1,3 milioni per gli avversari.

Dal lato dei sostenitori, l’Alleanza per un approvvigionamento elettrico sicuro stanzia circa due milioni e la Fondazione svizzera per l’energia 1,7 milioni, ha comunicato venerdì il Controllo finanziario federale (CDF) in un comunicato stampa. Il PS mette a disposizione 280 000 franchi, i Verdi 83 400 franchi e Swissmem 55 000 franchi.

I cordoni della borsa

Per quanto riguarda i referendum, la Fondazione Franz Weber stanzia 500.000 franchi e l’Unione per la natura e il paesaggio circa 297.000 franchi. Anche l’Udc, anch’essa contraria alla riforma, spende 500mila franchi.

Per quanto riguarda le due iniziative sanitarie, gli oppositori allentano i cordoni della borsa molto più dei sostenitori, soprattutto contro l’iniziativa del Centro. Per quanto riguarda l’iniziativa “contro la vaccinazione”, l’UDF stanzia 60.000 franchi.

Notiziario

“Ultime notizie”

Vuoi restare aggiornato sulle novità? “24 Heures” ti propone due appuntamenti al giorno, direttamente nella tua casella di posta elettronica. Per non perderti nulla di ciò che accade nel tuo Cantone, in Svizzera o nel mondo.Per accedere

ATS

Hai trovato un errore? Segnalacelo.

7 commenti

-

PREV Opinioni degli analisti del giorno: Legrand, Schneider, Teleperformance, TotalEnergies, Veolia, Worldline, Amundi…
NEXT BRICS: la Corea del Nord bussa alla porta