Van der Straeten presenterà denuncia per diffamazione contro Bouchez

Van der Straeten presenterà denuncia per diffamazione contro Bouchez
Van der Straeten presenterà denuncia per diffamazione contro Bouchez
-

Ll ministro federale dell’Energia, Tinne Van der Straeten, intende sporgere denuncia per diffamazione contro il presidente della MR Georges-Louis Bouchez. L’ecologo fiammingo lo ha annunciato venerdì in un’intervista pubblicata da Dalla norma che ha chiesto al suo avvocato di intraprendere le necessarie azioni legali.

All’inizio della settimana, Georges-Louis Bouchez stimava che fosse necessaria una commissione d’inchiesta per esaminare il modo in cui l’ampliamento delle centrali nucleari veniva gestito dal ministro Van der Straeten e da Chris Peeters, allora amministratore delegato dell’operatore della centrale nucleare. rete ad alta tensione Elia. Secondo il presidente del MR, nei mesi precedenti erano state dette bugie per garantire l’uscita dal nucleare.

“È diffamazione. Per due volte il signor Bouchez ha affermato che mentivo, che utilizzavo le analisi di Elia e che occorreva istituire una commissione d’inchiesta. Si parla di una commissione con poteri di giudice istruttore e possibilità di effettuare perquisizioni. Dovrebbe essercene uno semplicemente perché il presidente del MR ha una divergenza di opinioni sulla politica da perseguire? », Deplora il ministro Van der Straten nell’intervista. “Se il signor Bouchez vuole giudizializzare il dibattito pubblico, allora presento un reclamo per affermazioni infondate e peraltro giuridicamente contestabili”, continua.

Il ministro Groen accusa anche il presidente dei liberali francofoni di perseguire una politica di vessazioni: “Un governo è una squadra, ma Bouchez non fa altro che attaccare frontalmente la gente, con discorsi che non si basano sul nulla. Questo sta toccando ancora di più il fondo in politica”.

La ministra assicura che non prenderà in considerazione la possibilità di formare nuovamente un governo con il MR sotto la guida di Georges-Louis Bouchez.

-

PREV Eric Schmidt, ex CEO di Google, afferma che gli Stati Uniti sono 2-3 anni avanti rispetto alla Cina nell’intelligenza artificiale, mentre l’Europa è troppo impegnata a regolamentare per essere rilevante
NEXT Il Cac 40 sempre più vicino al suo massimo storico