Il ruolo della blockchain nella trasformazione della supply chain in discussione

Il ruolo della blockchain nella trasformazione della supply chain in discussione
Il ruolo della blockchain nella trasformazione della supply chain in discussione
-

Il ruolo della blockchain nella trasformazione della catena di fornitura era nel menù dei “Digital Meetings by PortNet” organizzati mercoledì a Casablanca, nell’ambito dell’11a edizione del Salone Internazionale dei Trasporti e della Logistica per l’Africa e il Mediterraneo (Logismed) .

11° Salone Internazionale dei Trasporti e della Logistica per l’Africa e il Mediterraneo

Avviato da PortNet, questo evento è stata l’occasione per fornire informazioni sui concetti chiave della blockchain e spiegare come questa tecnologia soddisfa le esigenze aziendali della catena di fornitura, nonché il suo impatto sul commercio estero.

In questo senso, l’amministratore delegato di PortNet, Youssef Ahouzi, ha sottolineato che la blockchain è una tecnologia rivoluzionaria che ha già dimostrato la sua efficacia in vari settori, in particolare quello finanziario, trasformando radicalmente la gestione dei dati e delle transazioni e sconvolgendo questi settori.

Per quanto riguarda la catena logistica, Ahouzi ha segnalato l’emergere di diverse soluzioni promettenti basate sulla blockchain per digitalizzare i flussi logistici e consentire il tracciamento end-to-end delle spedizioni come “Tradelens”, o anche per digitalizzare le polizze di carico marittime originali, sottolineando che il fallimento della piattaforma logistica globale “Tradelens” è dovuto alla complessità e agli ostacoli da superare per un’adozione diffusa della blockchain, riferisce MAP.

“In quanto sportello unico per il commercio estero, vediamo questa tecnologia blockchain come una soluzione e un’opportunità che potrebbe essere sfruttata per rafforzare gli sforzi di facilitazione del commercio e migliorare l’efficienza delle catene di approvvigionamento”, ha affermato il CEO di PortNet. Lo sportello unico, attraverso la sua comunità consolidata, svolgerà un ruolo vitale nell’implementazione di questa tecnologia per fornire servizi ad alto valore aggiunto, ha affermato, sottolineando che la prevista introduzione di un sistema di carico elettronico o di una “polizza di carico” originale basata su questa tecnologia è anticipata dall’industria marittima entro il 2030, che consentirà la semplificazione e l’accelerazione degli scambi commerciali per tutte le parti coinvolte.

Da parte sua, Farah Lahbib, Direttore finanziario del gruppo OCP SA, ha indicato che il Marocco ha compiuto progressi significativi nel digitale, aprendo la strada a nuove opportunità di miglioramento, tra cui l’adesione alle iniziative globali e la conformità agli standard emergenti del commercio digitale oltre a promuovere partenariati con le principali parti interessate per rimanere in prima linea nella trasformazione del commercio digitale.

Pertanto, ha stimato, l’adozione della tecnologia blockchain da parte del Marocco offre un potenziale considerevole in termini di opportunità economiche e di crescita.
Infatti, con il crescente interesse degli attori marocchini e africani per questa innovazione, il Marocco si sta posizionando come un gateway strategico tra Africa ed Europa, ha spiegato Lahbib, aggiungendo che questa adozione rafforzerà anche la connettività digitale per aprire la strada a un’ulteriore esplorazione di questo vantaggio competitivo.

Da parte sua, Adil Lahbichi, direttore esecutivo Global Transaction Banking della Bank of Africa (BOA), ha insistito sull’importanza della blockchain per conformarsi alle prossime normative di Basilea (Basilea 4).

Questo regolamento promette di rivoluzionare la gestione dei dati, passando da un approccio frammentato basato sulle vecchie generazioni di SWIFT a uno incentrato sulla completezza dei dati, ha affermato, precisando che questa transizione richiede l’integrazione degli standard KYC (Know Your Customer) e di conformità, precedentemente gestiti separatamente dalle banche emittenti e riceventi.

Per soddisfare questi requisiti è essenziale una stretta collaborazione all’interno degli ecosistemi dei diversi settori dell’economia nazionale. Questa collaborazione promuove l’emergere di una sinergia in cui tutti i partecipanti, siano essi acquirenti o venditori, contribuiscono a rafforzare la conformità e la trasparenza delle transazioni.

I Digital Meetings di Portnet costituiscono un grande evento che riunisce attori e decisori degli ecosistemi digitale, logistica e commercio estero per discutere, scambiare e formulare proposte, offrendo così una piattaforma di confronto e coinvolgimento di tutti gli stakeholder del mondo economico e sfera istituzionale.

Posta sotto l’Alto Patronato di Sua Maestà il Re Mohammed VI, Logismed 2024 si svolgerà sotto il tema “Quali strategie logistiche affrontano le sfide economiche, geopolitiche e ambientali?” e riunisce gli stakeholder della comunità logistica in senso lato attorno ad un programma particolarmente ricco di mostre, conferenze e incontri.

-

PREV SFR, l’operatore nel quadrato rosso è in rosso
NEXT Rapporto Royal LePage | Le quattro città più convenienti del Quebec