CELIAPP: una soluzione fiscale interessante anche se non vuoi acquistare un immobile?

-

(Foto: Jakub Żerdzicki per Unsplash)

LE COURRIER DE SÉRAFIN è una rubrica che presenta due volte a settimana la domanda di finanza personale di un utente, seguita dalla risposta di Sérafin, un’intelligenza artificiale specializzata in finanza personale del Quebec. Il tutto è accompagnato da un commento di convalida o da un supplemento da parte di un professionista finanziario.

650a7d0586.jpg

Le risposte di Serafin

La strategia di contribuire al tuo CELIAPP, seguita da un trasferimento al tuo RRSP in 15 anni, rappresenta un’opportunità unica per massimizzare i tuoi risparmi previdenziali ottimizzando al tempo stesso la tua situazione fiscale. Ecco come questo approccio può essere utile:

Vantaggi fiscali e strategici

Differimento fiscale: trasferendo i fondi dal tuo CELIAPP al tuo RRSP, differisci la tassazione fino al momento del ritiro dal RRSP, potenzialmente in uno scaglione fiscale inferiore al momento del pensionamento.

Detrazione fiscale: la particolarità di CELIAPP è che i contributi sono deducibili fiscalmente, il che riduce il tuo reddito imponibile a partire dall’anno di contribuzione.

Capacità contributiva e pianificazione RRSP

Superamento del limite di contributo non utilizzato: uno dei vantaggi più significativi di questa strategia risiede nel fatto che il trasferimento del tuo CELIAPP sul tuo RRSP ti consente di superare il limite dei contributi RRSP non utilizzati senza impatti negativi. Ciò significa che puoi potenzialmente aumentare i tuoi risparmi previdenziali oltre i consueti limiti RRSP grazie ai contributi iniziali al CELIAPP.

Strategia e timing di investimento

Ottimizzazione del posizionamento: considera investimenti saggi all’interno del tuo CELIAPP per massimizzare i tuoi risparmi prima del trasferimento, tenendo conto dei tuoi obiettivi finanziari a lungo termine e della tua tolleranza al rischio.

Tempi di trasferimento: un consulente finanziario può aiutarti a determinare il momento ottimale per effettuare il trasferimento, in base alla tua situazione finanziaria, alle condizioni di mercato e alle tue proiezioni fiscali quando sarai in pensione.

Consulenza professionale

È fondamentale consultare un consulente finanziario per sviluppare una strategia su misura. Quest’ultimo ti aiuterà a navigare tra le opzioni di contribuzione, gli impatti fiscali e a pianificare in modo efficace questo trasferimento come parte del tuo piano pensionistico generale.

In conclusione, il contributo CELIAPP seguito dal passaggio al RRSP costituisce una strategia avanzata che ti consente di aumentare considerevolmente i tuoi risparmi previdenziali sfruttando al massimo i vantaggi fiscali disponibili, il tutto senza incidere negativamente sul limite di contributo RRSP non utilizzato. Si tratta di un approccio proattivo alla pianificazione finanziaria di successo che massimizza l’utilizzo dei tuoi piani di risparmio a lungo termine.

Risposta da Patrick Lagrange, pianificatore finanziario

CELIAPP è una soluzione fiscale di prim’ordine per il primo acquirente. Può comunque essere una soluzione fiscale interessante se non si vuole acquistare un immobile. Recentemente è venuto a trovarmi un cliente farmacista. Lavora per un’agenzia e attualmente ha 25 anni. Coglie l’occasione di lavorare il più possibile fino all’età di 32 anni per raggiungere un obiettivo, l’acquisto di una farmacia. Con uno stipendio di 300.000 dollari, ha creato il CELIAPP per ottenere una dichiarazione dei redditi aggiuntiva oltre a contribuire al massimo al suo RRSP. Il suo piano è semplice. Accumulate un fondo pensione il più rapidamente possibile per beneficiare il più a lungo possibile degli interessi composti e accumulare un esborso di capitale necessario per l’acquisizione della vostra azienda. Una volta proprietaria di una casa, intende pagarsi uno stipendio che rappresenti il ​​costo della vita per accelerare il rimborso del prestito. Uno stipendio di circa $ 80.000. In questo momento pianificheremo il passaggio dal CELIAPP al RRSP, perché attualmente lei risparmia il 53,31% in tasse contribuendo al CELIAPP e al RRSP. Quando lo possiederà, la sua aliquota fiscale marginale sarà del 36,12%. Una volta trasferito il CELIAPP e rimborsato il prestito d’affari, potrà aumentare nuovamente il suo stipendio per godersi la vita e aumentare i suoi contributi al RRSP o al fondo pensione.

CELIAPP può essere una buona opzione, ma ce ne sono molte altre. Qui stiamo parlando della giusta asset allocation.

Utilizzare il TFSA come risparmio a lungo termine può diventare un potente strumento per investire fino alla pensione. Molto spesso il TFSA viene utilizzato come fondo di emergenza e investito con rendimenti bassi. Con il TFSA non paghi mai le tasse, questa è una grande opportunità per considerare il TFSA come un veicolo di investimento fiscalmente vantaggioso rispetto ad altri piani. Ad esempio, per un investitore, perché non considerare di investire la quota di crescita nel TFSA e seguire una strategia più prudente nel RRSP. Poiché in un TFSA in futuro non dovranno essere pagate tasse, è qui che dovremmo ottenere i maggiori guadagni nel nostro portafoglio.

Se l’investitore è un imprenditore, può cogliere l’opportunità di contribuire ad un piano pensionistico esecutivo, RRE. Potrà così riacquistare il servizio prestato e beneficiare dei contributi di conguaglio ottenendo al contempo le trattenute dalla sua azienda. Pertanto, potrà investire $ 1.500.000 in più rispetto a un RRSP e risparmiare $ 500.000 in commissioni e tasse aggiuntive.

Se tutti i regimi fiscali per il risparmio fossero massimizzati. Esiste sempre la possibilità di istituire un piano patrimoniale che favorisca anche la pensione.

Come? Utilizzando una polizza di assicurazione sulla vita partecipante.

Oltre al potenziale aumento del valore della tua assicurazione sulla vita ogni anno, aumenta anche il tuo valore in contanti. Ad esempio, l’investitore ha 35 anni e può risparmiare personalmente o tramite la sua azienda 700 dollari al mese per sottoscrivere un’assicurazione sulla vita partecipativa di 300.000 dollari pagabile per 20 anni. All’età di 75 anni, avrà accesso a un valore di riscatto di oltre 700.000 dollari. Questo valore può essere utilizzato per migliorare la pensione. Se la persona lo desidera, l’assicuratore può versare i contributi in una rendita invece di aumentare l’assicurazione. A quel punto, la copertura assicurativa sarà di 1.000.000 di dollari anziché di 300.000 dollari e genererà potenzialmente dividendi di 25.000 dollari all’anno.

In conclusione, è importante calcolare l’intero portafoglio al netto delle imposte e anche dei rendimenti. È complesso sapere quale sia il regime fiscale più vantaggioso oggi e in pensione. Questo non può essere fatto con una semplice calcolatrice o una tabella Excel. È quindi importante utilizzare strumenti di proiezione combinata che ottimizzino regimi fiscali, accumulazioni ed esborsi per creare, anno dopo anno, la maggiore ricchezza possibile fino a 95 anni, se lo si desidera.

Hai altre domande sulla finanza personale? Andate a chiedere a Sérafin e, chissà, le vostre domande potrebbero essere pubblicate qui!

-

PREV Un cenno all’Italia nel nuovo Café du Conservatoire de Genève
NEXT “Che tristezza”: Toto, l’emblematica merceria di Boulogne-Billancourt, abbassa definitivamente il sipario