Borsa: Wall Street apre in ribasso, il consolidamento continua, poca convinzione

-

(Foto: Getty Images)

REVISIONE DEL MERCATO. Mercoledì la Borsa di New York ha aperto in ribasso, segnata dalla mancanza di convinzione in una settimana povera di indicatori macroeconomici, favorevole al consolidamento.

Per (ri)consultare le notizie di mercato

Indici di Borsa a mezzogiorno

A Toronto, il S&P/TSX è diminuito di -141,26 punti (-0,63%) a 22.149,36 punti.

A New York, il S&P500 è sceso di -4,35 punti (-0,08%) a 5.183,35 punti.

IL Nasdaq è diminuito di -42,41 punti (-0,26%) a 16.290,15 punti.

IL DOW aumentato di +74,83 punti (+0,19%) a 38.959,09 punti.

IL pazzo ha registrato un calo di -0,0001 USD (-0,0204%) a 0,7285 USD.

IL olio è aumentato di +0,66 USD (+0,84%) arrivando a 79,04 USD.

Oro è aumentato di +3,00 USD (+0,13%) arrivando a 2.327,20 USD.

IL bitcoin è sceso di -1.711,35 dollari USA (-2,68%) a 62.116,95 dollari USA.

Il contesto

“Il mercato è in una posizione di attesa”, secondo Adam Sarhan di 50 Park Investments.

Dopo l’impennata della scorsa settimana, alimentata dal discorso moderato della banca centrale americana (Fed) e dal rallentamento del mercato del lavoro, martedì Wall Street ha “colpito un muro”, concretizzatosi in una soglia tecnica, a 5.200 punti per l’indice S&P. 500, secondo Patrick O’Hare di Briefing.com

“Ciò non significa che ci sia una corsa alle vendite, piuttosto che la corrente di acquisto si è esaurita”, aggiunge l’analista in una nota. Adam Sarhan ricorda quindi che i principali indici restano vicini ai massimi storici raggiunti all’inizio di quest’anno.

“Il mercato è in attesa di un nuovo catalizzatore”, spiega. “Pensava che sarebbe venuto dai risultati aziendali, ma finora sono stati poco brillanti, in particolare per i titoli growth”, che includono il settore tecnologico.

Martedì dopo la Borsa e mercoledì prima dell’apertura della Borsa di New York, una serie di pubblicazioni hanno deluso, rafforzando la circospezione generale.

Il produttore di veicoli elettrici Rivian affonda (-7,32%) dopo la pubblicazione di una perdita trimestrale più pesante di quanto previsto dagli analisti, anche se il fatturato è aumentato più del previsto (+82%).

Secondo il sito di notizie taiwanese DigiTimes, Rivian sarebbe in trattative con Apple in vista di una possibile partnership.

In calo anche il concorrente di Rivian, Tesla (-2,45%), dopo l’annuncio martedì di un calo delle vendite in Cina del 18% ad aprile rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Altro titolo in difficoltà, Uber (-5,91%), che ha registrato una perdita superiore a quanto previsto dal mercato, dovuta essenzialmente al deprezzamento di partecipazioni, estranee all’attività del gruppo.

Anche le previsioni sul fatturato per il trimestre in corso appaiono moderate rispetto a quelle degli analisti.

Wall Street si è impegnata ancora di più sulla piattaforma di commercio online Shopify (NEGOZIO, -19,31%)i cui risultati sono stati comunque superiori alle aspettative del consensus FactSet, ma che ha pubblicato una perdita e ha annunciato di aspettarsi un deterioramento dei suoi margini per il trimestre in corso.

Ancora peggio, la piattaforma di prenotazione alberghiera Tripadvisor (VIAGGIO) è sceso del 30,57%. Il gruppo ha denunciato una perdita maggiore di quanto previsto dagli operatori e ha segnalato che il comitato incaricato di individuare un possibile acquirente aveva fallito.

Nessun indicatore importante era in programma mercoledì e giovedì, privando così di notizie la borsa di New York, cosa che non è stata aiutata, peraltro, dall’aumento dei tassi obbligazionari.

Il rendimento dei titoli di stato americani a 10 anni si è attestato al 4,48%, rispetto al 4,45% del giorno prima alla chiusura.

Altrove nell’elenco, il gruppo di credito al consumo Affermare (AFRM)che consente ai consumatori di pagare i propri acquisti in più rate, è diminuito dell’1,89%, nonostante conti e previsioni migliori del previsto.

Dopo la sua prima pubblicazione dalla sua IPO alla fine di marzo, il social network Reddit (RDDT) si è distinto (+5,93%), il fatturato ha piacevolmente sorpreso, anche se le perdite si sono ampliate e hanno raggiunto più del doppio dei ricavi.

Prendendo il punto di vista opposto dal suo rivale Uber, Lyft (LYFT) sta andando bene (+9,56%), dopo aver superato le aspettative e aver annunciato previsioni più ambiziose del previsto, spinto dalla forte domanda.

Iscriviti alla nostra newsletter tematica:

Finanza personale: ogni venerdì

Lasciati ispirare dai consigli dei nostri esperti di pianificazione finanziaria e da tutte le novità che possono influenzare la gestione del tuo patrimonio.

-

PREV i nuovi importi pagati da CAF e MSA nel mese di giugno – Tuxboard
NEXT Una donna svizzera si ritrova tra lenzuola sporche, macchiate di sperma