Da vedere: Canadian Tire, 5N Plus e TC Énergie

Da vedere: Canadian Tire, 5N Plus e TC Énergie
Da vedere: Canadian Tire, 5N Plus e TC Énergie
-

Canadian Tire è ben posizionata affinché i suoi utili per azione aumentino in media dall’8 al 10% annuo grazie al suo programma fedeltà Triangle. (Foto: 123RF)

Cosa fare con i titoli Canadian Tire, 5N Plus e TC Énergie? Ecco alcune raccomandazioni degli analisti che potrebbero spostare presto i prezzi. Nota: l’autore potrebbe avere un’opinione completamente diversa da quella espressa dagli analisti.

Canadian Tire (CTC.A, $ 136,61): si prospetta un altro trimestre difficile

Secondo Chris Li di Desjardins Securities, pochi giorni prima della presentazione dei risultati, Canadian Tire avrebbe dovuto affrontare delle sfide nell’ultimo trimestre.

Infatti, è noto che i primi mesi dell’anno sono stati più difficili per il settore della vendita al dettaglio, e non c’è nulla che suggerisca che Canadian Tire abbia vissuto un destino diverso. Ecco perché l’analista prevede che i ricavi generati rifletteranno questo fenomeno, scendendo del 9%. Il consenso parla invece di un calo del 5%.

Secondo lui, questo è il risultato di una riduzione della spesa discrezionale dei consumatori, delle minori scorte detenute dai negozi con l’avvicinarsi della stagione estiva e della fine dell’inverno.

Se confrontiamo le vendite di Canadian Tire, Sport Chek e Mark’s – tre negozi simili -, secondo Chris Li, dovrebbero essere diminuite rispettivamente del 3%, 4% e 5% dopo essere scese del 4,8%, 3,7% e 3,7% alla stessa data dell’anno scorso. Ancora una volta, si tratta di aspettative più pessimistiche di quelle del consenso degli analisti.

L’azienda, tuttavia, sarebbe riuscita a compensare l’effetto della sua scarsa performance grazie ad un buon controllo delle spese, evitando un calo significativo dei suoi margini. Si prevede che i margini lordi del commercio al dettaglio diminuiranno di 20 punti base, in particolare perché i costi di trasporto saranno inferiori.

Avendo meno scorte, in particolare, Canadian Tire avrebbe anche ridotto le spese di vendita, generali e amministrative rettificate del 2,5% rispetto al primo trimestre del 2023. L’automazione del suo centro di distribuzione, il calo del numero dei dipendenti e gli investimenti in L’IT avrebbe dovuto consentirgli di ridurre la propria leva finanziaria.

Si prevede che gli utili ante imposte del dipartimento finanziario della società guidata da Greg Hicks raggiungeranno i 95 milioni di dollari, in calo del 20% su base annua, a causa di un aumento dell’ammortamento netto delle attività e dei costi di finanziamento.

L’analista, ancora più cauto rispetto al consenso, scommette su un utile per azione normalizzato di 0,57 dollari anziché 0,70 dollari. Per l’intero anno finanziario, però, lo rivede al rialzo: nel 2024 e nel 2025, il suo obiettivo di utile per azione aumenta rispettivamente da 10,38 dollari a 10,63 dollari e da 13,36 dollari a 13,44 dollari.

Si aspetta però ricavi minori per i due esercizi finanziari, contando su 16.601 milioni di dollari nel 2024 e su 17.461 milioni di dollari. Il suo obiettivo era in precedenza di 16.623 milioni di dollari e 17.484 milioni di dollari.

Canadian Tire è ben posizionata per far sì che i suoi utili per azione aumentino in media dall’8 al 10% annuo grazie al suo programma fedeltà Triangle, a una migliore analisi dei dati e alla sua catena di distribuzione omnicanale, che le consente di guadagnare quote di mercato, secondo il rapporto analista.

Chris Li non ha toccato il suo prezzo target, che rimane a 160 dollari, ovvero circa 12 volte l’utile per azione previsto per l’anno fiscale 2025. Il titolo dovrebbe continuare a essere volatile finché il quadro degli utili futuri non cambierà.

5N Plus (VNP, $ 4,78): promettenti anni a venire

-

PREV La BBC chiude il servizio di streaming Britbox in Africa
NEXT NBS Consulting e Salesforce espongono le loro innovazioni a Gitex