Media: i ricavi pubblicitari sono rimasti stagnanti nel 2023

Media: i ricavi pubblicitari sono rimasti stagnanti nel 2023
Media: i ricavi pubblicitari sono rimasti stagnanti nel 2023
-

Lo scorso anno il mercato pubblicitario svizzero ha registrato una fase di stallo, mettendo fine a due anni consecutivi di crescita. Con un lieve aumento di un milione di franchi in un anno, i ricavi del settore sono praticamente stagnanti e ammontano a 4,2 miliardi di franchi.

Il rallentamento del mercato pubblicitario svizzero riflette la debolezza della congiuntura. (archivio)

ATS

Questo rallentamento riflette la debolezza dell’economia, con una crescita del prodotto interno lordo dello 0,7% nel 2023, osserva lunedì la Fondazione svizzera di statistica in un comunicato stampa. Anche il fatturato del settore è diminuito del 6,3% rispetto al livello pre-pandemia, nel 2019.

Tuttavia, alcuni segmenti hanno visto aumentare i loro ricavi, in particolare gli articoli promozionali (+8,6%), la pubblicità esterna (+8%), la pubblicità al cinema (+6%) e la radio (+0,4%), nonché la pubblicità online (+ 1,6%, escluse le piattaforme estere). Sono invece ancora in calo i canali come la televisione (-7,3%), la pubblicità diretta (-5,8%) e la stampa (-3,2%). Questi ultimi due segmenti mantengono però una quota significativa del mercato, rispettivamente con 614 milioni di franchi e 747 milioni, dietro agli articoli promozionali (875 milioni).

Tuttavia, questi importi rimangono notevolmente inferiori ai ricavi generati dalle piattaforme pubblicitarie straniere come YouTube, dai motori di ricerca e dai social network che hanno continuato a crescere, rileva la Fondazione. Al netto del patrimonio registrato, i ricavi stimati sarebbero compresi tra 1,84 e 2,24 miliardi di franchi, con un aumento dell’8%, occupando la quota maggiore del mercato pubblicitario in Svizzera.

rr

-

PREV Glencore e Rusal estendono il contratto di fornitura di alluminio fino al 2025, dice la fonte
NEXT Quanto possono fruttare 5 milioni di euro investiti?