ecco quando sarà messo online lo sportello reclami dei dimenticati nel 2024

ecco quando sarà messo online lo sportello reclami dei dimenticati nel 2024
ecco quando sarà messo online lo sportello reclami dei dimenticati nel 2024
-

Dopo l’abolizione dell’imposta sulla casa, l’amministrazione fiscale ha perso i dati di oltre un milione di beneficiari del controllo energetico. Per rimediare a questo errore, il ministro dell’Economia, Bruno Le Maire, ha promesso uno sportello reclami online.

Ricordiamo che l’assegno energetico consente alle famiglie con risorse insufficienti di sostenere parte delle spese energetiche, ma anche l’acquisto del combustibile per i camini a legna. Il suo importo varia a seconda del reddito del nucleo familiare e della sua composizione. La condizione principale per accedere a questo sussidio è un reddito fiscale di riferimento (RFR) inferiore o uguale a 11.000 euro.

L’invio dell’assegno energetico 2024, suddiviso in quattro ondate, è avvenuto lo scorso aprile. A causa del problema amministrativo legato alla tassa sulla casa, nel mese di aprile un milione di beneficiari aventi diritto non ha ricevuto questo aiuto. Allertato dalle organizzazioni di difesa dei consumatori, il ministro dell’Economia e delle Finanze, Bruno Le Maire, ha annunciato la messa online di uno sportello reclami online per questa categoria a metà maggio. Più recentemente, il 3 maggio, il manager ha detto ai nostri colleghi di farloFrancia occidentale che questa famosa finestra sarebbe finalmente operativa a luglio e non a metà maggio.

La procedura da seguire per contestare la mancata ricezione dell’attestato energetico

Pertanto, la campagna per contestare la mancata ricezione dell’assegno energetico inizierà ufficialmente nel luglio 2024. Prima di presentare domanda, il richiedente deve prima accertarsi della propria ammissibilità, verificando l’importo del proprio reddito fiscale di riferimento (RFR). È possibile confermare la tua idoneità e calcolare l’importo del tuo assegno energetico tramite il simulatore online, disponibile sul sito chequeenergie.gouv.fr.

Sempre su questo stesso sito sarà messo online lo sportello reclami. Per procedere con la controversia è necessario allegare alcuni documenti comprovanti la tua idoneità, a cominciare da una copia della carta d’identità, il codice fiscale, nonché una bolletta elettrica a tuo nome. Se il richiedente ha davvero diritto all’assegno energetico, lo riceverà entro un mese. Per ottenere maggiori informazioni sul controllo energetico 2024 è possibile contattare un agente al numero 0 805 204 805, dal lunedì al venerdì, dalle 8:00 alle 20:00.

type="image/webp">>

-

PREV Denner ha un nuovo robot: paura per il lavoro
NEXT Bruxelles è la regione belga con il minor numero di auto per abitante