“Non mi interessa se spendiamo 50 miliardi di dollari all’anno, stiamo costruendo l’AGI e ne varrà la pena”, questa cifra supera di gran lunga il Pil di alcuni paesi

-

Sam Altman, CEO di OpenAI, afferma di non preoccuparsi affatto delle ingenti somme che la sua azienda sta spendendo per sviluppare modelli di intelligenza artificiale più avanzati. Ha spiegato che l’obiettivo è costruire l’intelligenza generale artificiale (AGI) e che il fine giustifica i mezzi. Per questo l’uomo d’affari sostiene che non gli importa se la costruzione dell’AGI dissanguerà fino a 50 miliardi di dollari all’anno. Ha anche affermato che GPT-4 è la tecnologia più stupida che il mondo dovrà mai utilizzare. Ciò suggerisce che GPT-5 non assomiglierà ai precedenti modelli di intelligenza artificiale di OpenAI e si prevede che rappresenterà un’importante evoluzione nell’intelligenza artificiale generativa.

“Se bruciamo 500 milioni di dollari, 5 miliardi o 50 miliardi di dollari all’anno, non mi interessa. Non mi interessa davvero finché possiamo rimanere su una traiettoria in cui alla fine creiamo molto più valore per la società e finché riusciamo a trovare un modo per pagare i conti. Stiamo costruendo l’AGI e sarà costoso, ma ne vale sicuramente la pena”, ha detto Altman durante una recente apparizione allo spettacolo eCorner di Stanford. Ciò dimostra come Altman sia disposto a bruciare miliardi inseguendo una tecnologia ancora ipotetica.

L’AGI è considerata l’obiettivo finale della ricerca sull’intelligenza artificiale, il Santo Graal per le aziende di intelligenza artificiale. Si tratta di una cosiddetta IA “forte” che dovrebbe essere in grado di pensare come gli esseri umani e affrontare qualsiasi compito. L’industria si aspetta che l’AGI sarà in grado di eseguire o apprendere praticamente qualsiasi compito cognitivo specifico degli esseri umani o di altri animali. Ma sebbene l’intelligenza artificiale si sia sviluppata in modo significativo fino ad oggi, le sue capacità rimangono estremamente limitate ed è ancora lontana dal raggiungere l’AGI. Tuttavia, non esiste ancora una definizione concreta o consensuale di AGI.

Il che la rende una tecnologia ipotetica alla quale ogni persona o azienda offre la propria definizione. Nonostante ciò, l’AGI è da diversi anni oggetto di ogni desiderio e attira decine di miliardi di investimenti. Microsoft ha investito per la prima volta un miliardo in OpenAI nel 2019 come parte di una partnership “ambigua” e ha aumentato significativamente la sua partecipazione l’anno scorso. L’importo del nuovo investimento di Microsoft non è stato rivelato, ma alcune fonti hanno riferito che l’azienda di Redmond ha più che decuplicato il suo investimento iniziale, rafforzando così la sua partnership con OpenAI.

Le osservazioni di Altman hanno suscitato reazioni contrastanti, con alcuni critici che hanno difeso l’idea e altri che hanno affermato che l’AGI dissanguerà decine di miliardi e alla fine non andrà da nessuna parte. Altri semplicemente non capiscono perché gli investitori sarebbero disposti a spendere somme di denaro così ingenti nella corsa all’AGI quando l’umanità si trova ad affrontare sfide più urgenti. “Non sono soldi suoi, quindi non ha motivo di preoccuparsene. D’altro canto, deve preoccuparsi dei problemi legati all’elevato consumo energetico dell’intelligenza artificiale e dell’inquinamento che ne deriva”, osserva un critico.

Altman ha osservato che quando ha iniziato a lavorare con OpenAI, non si era reso conto che avrebbero avuto bisogno di così tanti soldi per l’informatica. “Non sapevamo che avremmo avuto questa grande attività”, ha detto, aggiungendo che l’obiettivo originale era semplicemente quello di far avanzare la ricerca sull’intelligenza artificiale. I critici non hanno mancato di sottolineare che l’importo di 50 miliardi di dollari supera di gran lunga il PIL di alcuni paesi. All’inizio di quest’anno, è stato riferito che Altman stava cercando investitori per raccogliere fino a 7 trilioni di dollari per rimodellare il business dei chip AI.

Tuttavia, il CEO di Nvidia Jensen Huang pensa che “questo sogno è completamente folle”. Crede che con questo denaro comprerebbero tutte le principali aziende produttrici di chip, ma che lo sviluppo dell’intelligenza artificiale non si limiti all’accumulo di potenza di calcolo. Pensa che lo sviluppo dell’intelligenza artificiale non costerebbe tanto quanto il denaro che Altman sta cercando di raccogliere. Per mettere questo numero in prospettiva, si tratta di quasi 14 volte il fatturato totale dell’intero mercato dei semiconduttori lo scorso anno. Ma vale la pena notare che si tratta di una voce e Altman deve ancora commentarla.

Alla domanda su ChatGPT, Altman ha detto che era imbarazzante. “GPT-4 è il modello più stupido che ognuno di voi potrà mai utilizzare”, ha aggiunto, sottolineando che è importante consegnarlo presto e spesso e che l’azienda crede nell’implementazione iterativa. Nello specifico, ritiene che ci siano dei rischi nel diffondere una tecnologia ancora in fase di sviluppo, ma che farlo sia necessario per convincere il grande pubblico della sua utilità. “Se costruissimo l’AGI nel seminterrato, il mondo camminerebbe beato con gli occhi bendati”, ha aggiunto, sottolineando che questo non renderebbe OpenAI un buon vicino. Altman ha spiegato:

Inviato da Sam Altmann

Quindi penso che sia importante, dato ciò che crediamo accadrà, esprimere le nostre opinioni su ciò che crediamo accadrà. Ma soprattutto, il modo per farlo è mettere il prodotto nelle mani delle persone e lasciare che la società “coevolva” con la tecnologia. Lasciamo che la società ci dica cosa si aspetta collettivamente e individualmente dalla tecnologia. Come produrlo in modo tale che sia utile…

Dove il modello funziona molto bene, dove non funziona molto bene. Concediamo ai nostri leader e alle nostre istituzioni il tempo di reagire. Dai alle persone il tempo di capire come integrarlo nella loro vita, di imparare a utilizzare lo strumento. Sono sicuro che alcuni di voi stanno tradendo i compiti con questo strumento, ma alcuni di voi probabilmente stanno anche facendo delle cose davvero sorprendenti e meravigliose con esso.

E con il passare delle generazioni, penso che si espanderà e ciò significa che stiamo spedendo prodotti imperfetti, ma abbiamo un ciclo di feedback molto stretto e stiamo imparando e stiamo migliorando. Fa un po’ schifo fornire un prodotto di cui sei imbarazzato, ma è molto meglio dell’altra soluzione.

E in questo caso in particolare, dove penso che dobbiamo davvero alla società un lancio iterativo, una cosa che abbiamo imparato è che l’intelligenza artificiale e la sorpresa non vanno bene insieme. Le persone non vogliono essere sorprese. Le persone vogliono un’implementazione graduale e la capacità di influenzare questi sistemi. Ecco come procederemo…

E in futuro potrebbero sicuramente esserci cose che cambieranno che ci facciano pensare che l’implementazione iterativa non sia una buona strategia. Ma è l’approccio migliore che abbiamo in questo momento. E penso che abbiamo guadagnato molto in questo modo. E, sai, spero che anche il mondo intero abbia guadagnato qualcosa.

Altman ha anche aggiunto che GPT-5 sarà molto più intelligente di GPT-4 e GPT-6 sarà più intelligente di GPT-5. “Siamo molto lontani dal raggiungere il picco di questa curva… e andrà sempre meglio”, ha aggiunto. Al World Government Summit (WGS) di Dubai a febbraio, Altman ha affermato che “GPT-5 sarà più intelligente, più veloce, più versatile e migliore in tutte le attività rispetto a GPT-4”. Più recentemente, ha assicurato che GPT-5 farà un salto di qualità nella capacità di ragionamento. Nel frattempo, il modello Claude 3 AI di Anthropic è il nuovo leader di mercato.

E lei ?

Qual è la tua opinione sull’argomento?

Cosa ne pensi della cifra che Altman dice di essere disposto a spendere ogni anno nella corsa all’AGI?

Perché l’AGI suscita così tanta voglia? Questa tecnologia un giorno diventerà realtà?

Perché il settore dell’IA attira oggi così tanti investimenti?

Vedi anche

L’intelligenza artificiale ha bisogno di un corpo per passare alla fase successiva dell’intelligenza artificiale generale (AGI), un corpo è l’unico modo per conoscere il mondo attraverso l’interazione, secondo i ricercatori di Huawei

Sam Altman, CEO di OpenAI, afferma che l’intelligenza artificiale a livello umano è imminente, ma non cambierà il mondo tanto quanto pensiamo e che i timori sull’AGI sono esagerati

Il CEO di Nvidia afferma che il sogno di Sam Altman di raccogliere 7 trilioni di dollari per realizzare i propri chip AI è lontano dalla realtà, il progetto suscita scetticismo

-

PREV grazie all’intelligenza artificiale, il colosso Nvidia mantiene il suo ritmo frenetico e stila un bilancio da capogiro
NEXT BHP richiede una proroga della scadenza dell’offerta di Anglo American