ING: utile in calo nel primo trimestre, nuovo riacquisto di azioni

ING: utile in calo nel primo trimestre, nuovo riacquisto di azioni
Descriptive text here
-

“Abbiamo avuto un ottimo inizio per il 2024 con buoni risultati finanziari e commerciali durante l’implementazione della nostra strategia”, ha affermato il CEO di ING Steven van Rijswijk.

Nel primo trimestre il colosso bancario olandese ING ha registrato un calo dell’utile netto dello 0,8% rispetto all’anno precedente, attestandosi a 1,58 miliardi di euro (1,55 miliardi di franchi).

Il fatturato da parte sua è aumentato leggermente, dello 0,3%, a 5,58 miliardi di euro, ha dichiarato giovedì in un comunicato stampa il principale gruppo bancario dei Paesi Bassi.

ING ha inoltre annunciato un nuovo riacquisto di azioni in cui pagherà agli azionisti un importo massimo di ulteriori 2,5 miliardi di euro, che dovrebbe concludersi alla fine di ottobre.

“Abbiamo avuto un ottimo inizio nel 2024 con buoni risultati finanziari e commerciali durante l’implementazione della nostra strategia”, ha affermato il CEO di ING Steven van Rijswijk, citato nel comunicato stampa.

“Abbiamo ottenuto ottimi risultati nonostante le persistenti sfide nel panorama geopolitico”, ha aggiunto.

La banca ha accolto 99.000 nuovi clienti primari e ha notato “una crescita dei prestiti ai clienti, guidata dai mutui, poiché abbiamo aiutato più persone ad acquistare case”, ha affermato il CEO.

ING ha annunciato a febbraio di essere stata citata in giudizio da investitori che la accusano di perdite finanziarie legate a un accordo raggiunto nel 2018 con i tribunali in un’indagine sul riciclaggio di denaro.

La banca ha raggiunto un accordo nel settembre 2018 con le autorità, prevedendo il pagamento di una multa di 775 milioni di euro per risolvere questa vicenda, che è costata il posto al direttore finanziario del gruppo.

Milieudefensie, la filiale olandese di Friends of the Earth che ha inflitto una battuta d’arresto legale “storica” a Shell nel 2021, ha annunciato a gennaio l’avvio di una causa legale sul clima contro ING.

Milieudefensie chiede che l’istituto, che “finanzia le aziende inquinanti con più soldi di tutte le altre banche olandesi”, riduca le sue emissioni di quasi il 50% nel 2030 rispetto al 2019.

ING ha annunciato nel dicembre 2023 la graduale eliminazione dei finanziamenti per le attività upstream nel settore del petrolio e del gas entro il 2040, puntando a “triplicare i nuovi finanziamenti per le energie rinnovabili entro il 2025”.

ING impiega circa 60.000 persone in circa 40 paesi.

-

PREV Paga, paga e paga ancora!
NEXT I trasferimenti CAF per il mese di maggio sono eccezionalmente posticipati