Non troverai nessun McDonald’s in questo territorio francese molto turistico, ed ecco perché

Non troverai nessun McDonald’s in questo territorio francese molto turistico, ed ecco perché
Non troverai nessun McDonald’s in questo territorio francese molto turistico, ed ecco perché
-

Con 1.560 marchi, “McDo” copre l’intero territorio francese… o quasi. Il primo ristoratore del paese non si è stabilito in una regione che tuttavia attira milioni di turisti.

Anche se il suo logo è cambiato da rosso e oro a verde, in Francia “McDo” è ancora altrettanto popolare. Dal 17 settembre 1979, data dell’apertura del suo primo ristorante a Strasburgo, il colosso americano si è ampliato. Nel 2003, l’azienda ha celebrato la fondazione del suo millesimo MacDonald’s in Francia. Oggi ce ne sono più di 1.500, il che rende la Francia il quarto paese con il maggior numero di stabilimenti McDonald’s al mondo!

Eppure solo una regione metropolitana – ma oltreoceano – resiste ancora all’invasore dagli archi d’oro. Si tratta più particolarmente di un’isola, e di una grande isola: la Corsica. Ma allora perché l’Isola della Bellezza si protegge dai Big Mac? Si possono ascoltare diverse teorie: non sempre la rete stradale dell’isola sarebbe adatta a tali infrastrutture; la popolazione annuale sarebbe troppo bassa per rappresentare un interesse finanziario per “McDo”; oppure la comunità corsa, molto attaccata al proprio patrimonio (soprattutto culinario), non rappresenterebbe una clientela adatta.

E’ una storia antica…, sussurriamo dall’Ufficio del Turismo di Ajaccio che accantona quest’ultimo argomento: “La cosa è ancora più strana visto che sull’isola abbiamo da anni tutte le altre catene di fast food: Burger King, Quick, ecc.» La città di Ajaccio non rivela molto di più. “Questa domanda ha spesso dato origine a discorsi talvolta politicizzati.», concorda innanzitutto il municipio.

Una difficoltà logistica?

Sébastien Pisani, direttore della comunicazione, si spinge appena oltre: “la nostra comunità non è particolarmente interessata a commentare la scelta fatta da un’azienda in termini di stabilirsi o meno nel proprio territorio. Che si tratti di McDonald’s – il cui modello economico sembra non adattarsi bene alla Corsica (…) o di altri grandi marchi stabiliti nella maggior parte delle regioni francesi, ma non necessariamente nella nostra isola.»

Contattato, McDonald annuncia che sta parlando”poco su questo argomento» e ci rimanda alla risposta: «ufficiale», fatto ai nostri colleghi da Corsica Mattina : “Ad oggi uno dei principali ostacoli all’apertura in Corsica riguarda la logistica, che la nostra regola è gestire interamente con il nostro partner logistico”.

Sarebbe quindi l’insularità di questo territorio a scoraggiare la multinazionale, che prevede un aumento dei prezzi dei prodotti del 30% se si realizzasse un simile stabilimento. Anche se la concorrenza si è adattata alle stesse condizioni. Sempre a Corsica Mattinal’imperatore di Fast food chiude il dibattito:Ad oggi non è allo studio alcun progetto concreto“.


IN VIDEO – Ligue 1 McDonald’s: la catena di fast food diventa partner del campionato per tre stagioni

” data-script=”https://static.lefigaro.fr/widget-video/short-ttl/video/index.js” >

-

PREV perché i produttori sono in difficoltà all’inizio dell’anno?
NEXT Una donna svizzera si ritrova tra lenzuola sporche, macchiate di sperma