L’ex capo di Binance viene condannato a quattro mesi di carcere per riciclaggio di denaro

L’ex capo di Binance viene condannato a quattro mesi di carcere per riciclaggio di denaro
L’ex capo di Binance viene condannato a quattro mesi di carcere per riciclaggio di denaro
-

La corte ha emesso il verdetto contro Changpeng Zhao. L’ex capo della piattaforma di criptovaluta Binance è stato condannato martedì a quattro mesi di prigione per riciclaggio di denaro da un tribunale di San Francisco.

Il fondatore dell’azienda si è dichiarato colpevole lo scorso anno davanti alla giustizia americana e ha ricevuto una pena molto inferiore ai tre anni di reclusione richiesti dall’accusa.

Un settore privo di regolamentazione

Secondo l’indagine delle autorità americane, Binance non aveva messo in atto le misure necessarie per impedire transazioni effettuate a vantaggio di gruppi come lo Stato Islamico, Al-Qaeda o il braccio armato di Hamas.

Dopo essersi dichiarato colpevole, Changpeng Zhao ha lasciato il suo incarico di capo di Binance alla fine dello scorso anno. Da parte sua, Binance aveva accettato di pagare 4,3 miliardi di dollari per porre fine alle cause legali contro la società.

Il Dipartimento di Giustizia voleva fare del leader 47enne un esempio, nel settore delle criptovalute, spesso individuato per la sua mancanza di regolamentazione. Changpeng Zhao “credeva che violare la legge statunitense fosse il modo migliore per attirare utenti, costruire il proprio business e riempirsi le tasche, è una decisione commerciale”, ha affermato il ministero nei documenti giudiziari relativi al caso.

Un re caduto delle criptovalute

Gli avvocati dell’ex re delle criptovalute hanno chiesto la sospensione della pena detentiva, sottolineando in particolare il suo pentimento. “Ho commesso degli errori, ne accetto le conseguenze”, assicurava tramite tweet a novembre Changpeng Zhao, cittadino canadese che ora vive negli Emirati Arabi Uniti.

Binance è stata fondata nel 2017 ed è diventata rapidamente l’exchange di criptovalute numero uno, rendendo il suo fondatore e CEO Changpeng Zhao un miliardario. Sebbene la società sia stata creata in Cina, Changpeng Zhao ha spostato la sede in diversi paesi dopo che Pechino ha voluto ridurre la quota del settore delle criptovalute nella sua economia.

-

PREV Borsa: è il momento di comprare small cap – 09.05.2024 16:39
NEXT Oracle conferma il lancio del suo centro di ricerca e sviluppo in Marocco