Nuovo protagonista nel settore delle auto elettriche: una donna vietnamita seduce gli abitanti del Quebec

Nuovo protagonista nel settore delle auto elettriche: una donna vietnamita seduce gli abitanti del Quebec
Nuovo protagonista nel settore delle auto elettriche: una donna vietnamita seduce gli abitanti del Quebec
-

Dopo la zuppa tonkinese e altri piatti gustosi, un altro prodotto vietnamita, un veicolo elettrico, piace agli abitanti del Quebec.

Le auto Vinfast hanno suscitato la curiosità di diverse migliaia di persone all’Electric Auto Show questo fine settimana. Tra questi, Jean-Claude Auger, residente a Saint-Alphonse-de-Rodriguez.

“Sono incuriosito dalla novità del veicolo”, ha detto il pensionato. Vinfast, non so cosa sia e cosa aspettarmi perché non è un marchio molto conosciuto. È il primo che vedo fisicamente e sono impressionato. Oh!”

“Vedo la garanzia (10 anni e 200.000 km) e potrebbe essere molto interessante”.

Anche se Vinfast ha mosso i primi passi in Quebec nel 2022, qui è ancora poco conosciuto dai consumatori, come abbiamo constatato alla fine della settimana. Ha ancora prove da dimostrare. Tuttavia, abbiamo cominciato a vedere sulle nostre strade i suoi veicoli con la caratteristica “V” nella parte anteriore e posteriore dei suoi veicoli. La fine dei sussidi governativi nel 2027 non smorza l’entusiasmo dell’azienda con sede ad Haiphong, nel nord del Vietnam.

“Sì, la fine dei sussidi può essere un ostacolo, ma facciamo in modo di concedere quanti più sconti possibili fin dall’inizio”, afferma il portavoce di Vinfast Charles Chamberland. In paesi come la Finlandia o la Svezia, quando acquisti un grande V8, sei penalizzato. Se prendi un veicolo elettrico hai diritto ad un grosso risparmio.

“È questo tipo di filosofia su cui vogliamo surfare, ma è lì che siamo in termini di clima. È la cosa giusta da fare”.

Quando le sovvenzioni scompariranno, Vinfast ritiene che riuscirà a convincere i potenziali acquirenti grazie alla sua garanzia e alla sua autonomia di 425 km con la VF8.

Charles Chamberland, portavoce di Vinfast.

Foto Mathieu Boulay, Journal de Montréal

Dai robot al design

Nello stabilimento di Haiphong, che è all’avanguardia dal punto di vista tecnologico, i robot sono in prima linea nella progettazione dei veicoli.

“Abbiamo 1.200 robot ABB che assemblano le auto al 90% in modo digitale”, spiega Chamberland. Gli esseri umani toccano solo il 10% del design”.

Come può un veicolo progettato in Vietnam resistere al clima invernale del Quebec?

“Lavoriamo molto in collaborazione con partner come BMW, Bosch, Magnus Steer che ci assicurano un prodotto di qualità”, aggiunge Chamberland. Abbiamo testato le nostre auto nel deserto australiano per il caldo. Poi, in Finlandia e Svezia, per le condizioni invernali”.

Una fabbrica da 4 miliardi di dollari

I manager di Vinfast hanno fatto tutto il possibile per non perdere l’occasione in Nord America. Stanno costruendo una fabbrica da 4 miliardi di dollari a Chatham Country, nella Carolina del Nord.

“Seimila americani inizieranno a guidare Vinfast nel 2025”, afferma Chamberland. È una copia carbone di quella trovata ad Haiphong.

Alla domanda se il Quebec fosse in corsa per ottenere questa fabbrica, il ministro dell’Economia Pierre Fitzgibbon ha risposto che non era stato così.

-

PREV Parliamo di obbligazioni | LesAffaires.com
NEXT Scopri il nuovissimo centro di distribuzione bpost a Evere: questo sito ha una grande specificità